mercoledì 21 febbraio 2018

Dalla Tunisia una denuncia sulle case di correzione femminili

El-Jaida film tunisino di denuncia sulle case di correzione femminili



Film “al-Jaida” di Salma Baccar (Tunis)

Scritto da   Mercoledì, 21 Febbraio 2018 
Film “al-Jaida” di Salma Baccar (Tunis)
Un film di grande respiro, struggente, tenero, ironico,, a tratti rabbioso: una denuncia sociale dove il tema privato delle relazioni uomo-donna si sposa al destino di un popolo: ben girato e interpretato in modo convincente, è una testimonianza critica della società tunisina, dalla responsabilità del colonialismo sotto le mentite spoglie dell’emancipazione perché l’ignoranza fa comodo per manipolare le genti, al cammino coraggioso verso l’Indipendenza in una forte rispondenza tra pubblico e privato, rispettivamente libertà e dignità di un popolo e della donna. Una storia che si ripete o rischia di ripetersi: il film è un invito a vigilare alle strumentalizzazioni della religiosa. Interessante il girato mai lezioso eppure documentato.

Per una lettura completa dell'articolo: http://www.saltinaria.it/news-arte/eventi-e-arte-news/film-al-jaida-di-salma-baccar-tunis.html

domenica 24 dicembre 2017

Il Marocco di Rosita Ferrato

http://ilchiasmodeilibri.blogspot.it/2017/12/una-guida-emozionale-del-marocco-di.html

sabato 2 dicembre 2017

L'arte di Michela Fontana, nata sulle spiagge di Creta

Assemblages, restituzioni e metamorfosi – GLAB (Milano)

Scritto da   Lunedì, 27 Novembre 2017 
Assemblages, restituzioni e metamorfosi – GLAB (Milano)
“Assemblages”, restituzioni e metamorfosi, la mostra di Michela Fontana al GLAB dal 16 al 24 novembre, racconta la creatività di una matematica che recupera oggetti rifiuto per realizzare opere d’arte. Ben oltre l’idea dell’assemblaggio, del collage, del riciclaggio, colpisce la visione di quest’artista neofita che “vede quello che altri non vedono”.

http://www.saltinaria.it/news-arte/eventi-e-arte-news/assemblages-restituzioni-e-metamorfosi-glab-milano.html

Tunisia e Algeria protagonista a Roma del MedFilm Festival


MedFilm Festival, Conferenza di Presentazione – Camera dei Deputati (Roma)

Scritto da   Mercoledì, 15 Novembre 2017 
MedFilm Festival, Conferenza di Presentazione – Camera dei Deputati (Roma)
Il cinema mediterraneo a Roma, da 23 anni, torna con il MedFilc Festival dal 10/18 NOVEMBRE 2017 nel segno delle donne e dei giovani, protagonisti dello sguardo dei due paesi ospiti d’onore: Algeria e Tunisia. Il cinema e la cultura in genere diventano un Corridoio umanistico nel Mare bianco di mezzo, per l’immediatezza e l’universalità del linguaggio che supera le barriere oggi sempre più forti.

Torna il festival, fondato e diretto da Ginella Vocca, giunto alla XXIII edizione, che si terrà dal 10 al 18 novembre presso il Cinema Savoy e il MACRO-Museo di arte contemporanea di Roma. «C’è un “corridoio umanistico” – è stato dichiarato in apertura della conferenza stampa di presentazione alla Camera dei deputati - che attraversa il Mediterraneo da 23 anni: è il MedFilm Festival, che propone film, documentari, dibattiti, mostre e cultura dei paesi del Mar Mediterraneo. Dalla penisola iberica ai Balcani, dai paesi arabi all’Italia, il MedFilm è un corridoio culturale che incrocia e mette davanti ai vostri occhi la più bella creatività del più ricco di storia dei mari del mondo. » Quest’anno il MedFilm Festival s’intitola “Lo sguardo delle donne”, dedicato alle donne registe, interpreti, autrici, protagoniste: l’altra metà della Mezzaluna, con un’attenzione forte ai giovani e alle opere prime. Programma imponente con 98 film provenienti da 34 paesi, due i Paesi Ospiti d’onore: Algeria e Tunisia. Ad aprire il festival che presenta, in anteprima italiana, il film tunisinoLa bella e le bestie, della pluripremiata regista Kaouther Ben Hania che, con una messa in scena teatrale dai toni dark, racconta la questione delle donne nel mondo arabo, e non solo, attraverso la storia di una giovane e bella studentessa che dovrà combattere per i propri diritti e la propria dignità. Il film sarà distribuito in Italia da Kitchen Film.

Per una lettura completa dell'articolo: http://www.saltinaria.it/news-arte/eventi-e-arte-news/medfilm-festival-conferenza-di-presentazione-camera-dei-deputati-roma.html

lunedì 23 ottobre 2017

MediTerriAmo, il progetto di Maurizio Scaparro tocca la città medicea

MediTerri-Amo / Giorgio La Pira e i dialoghi del Mediterraneo - Teatro della Pergola (Firenze)

Scritto da   Lunedì, 23 Ottobre 2017 
    MediTerri-Amo / Giorgio La Pira e i dialoghi del Mediterraneo - Teatro della Pergola (Firenze)
La città medicea diventa per due giorni faro del Mediterraneo, sotto il segno e il sogno del sindaco visionario Giorgio La Pira che, alla fine degli anni Cinquanta del Novecento, intuì l’importanza del Mediterraneo e del dialogo tra i popoli e il ruolo centrale dell’Italia nel continente liquido. La serata al Teatro della Pergola condotta da Ferdinando Ceriani, coordinatore artistico del progettorealizzato dal regista Maurizio Scaparro, unisce letture e narrazioni di storie di migranti, il video del debutto a Roma di Memorie di Adriano, imperatore simbolo del Mediterraneo come crocevia, e sonorità contaminate come quelle di Peppe Servillo, Eugenio Bennato, l’ormai storica Orchestra di Piazza Vittorio e la prima orchestra formata interamente da donne “arabe”, Almar’à, nata proprio a Firenze.

Saloncino “Paolo Poli” - Teatro della Pergola
GIORGIO LA PIRA E I DIALOGHI DEL MEDITERRANEO
12 ottobre
Racconti e testimonianze intorno a una grande utopia con Ugo De Siervo (giurista e accademico italiano), Mario Primicerio (ex sindaco della città, presidente della Fondazione Giorgio La Pira), Maurizio Scaparro (regista) ed Izzedin Elzir (Imam di Firenze) per ribadire la centralità del mare nostrum e l’importanza del dialogo tra differenze come ricchezza.
All’interno dell’incontro la proiezione del documentario “Giorgio La Pira. La fantasia al potere” di Giovanni Minoli e letture, a cura dei Diplomati della Scuola per Attori “Orazio Costa”, di pensieri dello storico sindaco siciliano, adottato dalla città medicea, il “sindaco santo” come fu chiamato o ancora “il pesce rosso dell’acquasantiera”, per la sua fede austera delle origini profondamente ‘socialista nel cuore’ anche se formalmente di adesione democristiana. La manifestazione è stata organizzata in collaborazione con la Fondazione Giorgio La Pira di Firenze e la Fondazione Teatro della Toscana.

Per una lettura completa dell'articolo: http://www.saltinaria.it/news-arte/eventi-e-arte-news/mediterriamo-giorgio-la-pira-e-i-dialoghi-del-mediterraneo-teatro-della-pergola-firenze-recensione.html

domenica 24 settembre 2017

MediTerriAmo, rassegna itinerante di eventi culturali da Roma a Firenze e Venezia 2017

MediTerri-Amo, racconti, viaggi e storie per un nuovo vivere civile

Scritto da   Domenica, 24 Settembre 2017 
MediTerri-Amo, racconti, viaggi e storie per un nuovo vivere civile
Un progetto fra tre città, Roma, Firenze e Venezia, un programma culturale in forma di rassegna itinerante con al centro il Mediterraneo con l’idea che la cultura e l’arte grazie all’immediatezza restituiscano una lettura più profonda della realtà e siano foriere di dialogo. Il titolo “MediTerri-Amo”, che contiene allusivamente la parola amore, esprime con un verbo frutto d’invenzione la necessità di prendersi la responsabilità in comune ed essere attivi nella ri-costruzione del mondo mediterraneo.

MEDITERRI-AMO
Roma - Firenze - Venezia 
Settembre - Dicembre 2017
un progetto di Maurizio Scaparro
coordinatore artistico Ferdinando Ceriani
produttore esecutivo Carlo Mosso
una produzione Onni
con Carmelo Alberti, Michela Andreozzi, Shaul Bassi, Eugenio Bennato, Maria Ida Biggi, Francesca Corrao, Emilia Costantini, Ugo De Siervo, Diplomati della Scuola per Attori “Orazio Costa”, Izzedin Elzir, Nicole Grimaudo, Stefano Fresi, Syed Hasnain, Lino Guanciale, Stephane Jaquemet, Sebastiano Maffettone, Pino Micol, Enzo Moscato, Orchestra Almar’à, Orchestra di Piazza Vittorio, Alessandro Preziosi, Mario Primicerio, Claudio Romano, Igiaba Scego, Pasquale Scialò, Peppe Servillo, Solis String Quartet, Massimiliano Vado e Maurizio Scaparro
Roma 27 settembre 2017, Casa del Cinema
Firenze 12 - 13 ottobre, Teatro La Pergola
Venezia 5 dicembre, Ateneo Veneto

Per una lettura completa dell'articolo: http://www.saltinaria.it/news-spettacoli/teatro-news/mediterri-amo-progetto-sul-mediterraneo-di-maurizio-scaparro-tra-roma-firenze-e-venezia.html